Professioni

Un dibattito sempre vivo è quello sui politici di professione. Meglio professionisti della politica o lavoratori prestati alla politica a breve termine? La questione si inserisce anche nel dibattito sui parlamentari a “scadenza”, con un limite di mandati.

La risposta è molto semplice: meglio politici di professione, che lo fanno da sempre e lo faranno fintantoché saranno rieletti. Sento già gli improperi volare rapidi sopra la mia testa, ma non mi interessa, questa è la verità. Infatti il nostro Parlamento è già composto per il 45% da persone che fanno parte di ordini professionali: avvocati, farmacisti, giornalisti, notai e pure un tassista.

Se dessimo loro una scadenza, è ovvio che questi faranno di tutto per proteggere il proprio ordine professionale, anzi per favorirlo sempre di più a dispetto del bene comune.

E siccome la stragrande maggioranza degli italiani non è ne in Parlamento, ne in un ordine professionale, abbiamo necessità di riscoprire la politica come professione, e non il contrario.

Annunci